La cultura del gusto. La alimentación entre representaciones y conexiones

Resumen

Este ensayo explora las reflexiones teóricas clásicas y los escenarios posmodernos en que se inserta el discurso en torno a la comida, centrando la atención sociológica en las características fundamentales de las ideologías y de las rutinas alimenticias contemporáneas. Trataremos la reconfiguración de las técnicas y artes culinarias a partir del momento en que éstas se introducen en el marco medial, con especial arreglo a los escenarios de la “gastromanía” 2.0.  Analizaremos por tanto el impacto social, cultural y económico de las redes sociales en nuestras elecciones alimenticias. Nuestra perspectiva interpretativa se basará en los temas de la disinformation: nuestra hipótesis es que el mayor espacio que tanto los nuevos medios de comunicación como los tradicionales le dedican al relato de la comida y del bienestar no se convierte en niveles de conocimiento más altos por lo que atañe a los temas de alimentación.

Biografía del autor/a

Antonia Cava, Universidad de Messina

Antonia Cava è Ricercatrice di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso il Dipartimento di Scienze Cognitive, Psicologiche, Pedagogiche e Studi Culturali dell'Università di Messina dove insegna Industria culturale e Media Studies ed è incardinata nel Corso di Laurea Magistrale in Turismo e Spettacolo.

Dottore di ricerca presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Messina, dal 2008 è professore a contratto di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso la stessa Facoltà. É Membro della sezione Processi Culturali del  C.I.R.S.D.I.G  (Centro Interuniversitario per le Ricerche sulla Sociologia del Diritto, dell’Informazione e delle Istituzioni Giuridiche). Il gruppo di ricerca è costituito nell’ambito del Centro Interuniversitario che promuove e coordina attività di insegnamento e ricerca sia di base che applicata nel campo della sociologia del diritto e delle istituzioni giuridiche con particolare riguardo ai problemi della comunicazione e del diritto all’informazione; cura lo svolgimento di un gran numero di ricerche scientifiche pubblicando il risultato dei lavori svolti.

E’ stata coordinatrice di vari progetti di ricerca ed ha collaborato con vari enti e pubbliche amministrazioni. Recentemente ha partecipato alla ricerca “European Union Country Characteristics and Law on Same-Sex Partnerships and Marriage” in un programma coordinato dal Prof. Larry D. Barnett e finanziata dalla Widener University (USA).

Si occupa di Media Studies. La sua attività di ricerca si è mossa lungo due filoni principali: l’analisi dell’immaginario mediale e le dinamiche di fruizione da parte dei pubblici. Soprattutto, il suo studio si concentra sulle strategie di consumo mediale degli spettatori e sulle interazioni con i mezzi di comunicazione di massa che hanno luogo nel contesto della vita quotidiana. 

Ha scritto molti saggi sul consumo televisivo dei bambini e delle donne, tra le sue più recenti pubblicazioni Noir Tv. La cronaca nera diventa format televisivo (Franco Angeli 2013), Da Disneyland a Sex and the City. Un’analisi dei pregiudizi sui  pubblici dei media (Franco Angeli 2010) eUna rassegna sul diritto rappresentato. Racconti mediali e interazioni giuridiche a confronto”  (Sociologia del Diritto, 1-2011).

 

Publicado
2019-11-19
Cómo citar
Cava, A. (2019). La cultura del gusto. La alimentación entre representaciones y conexiones. Barataria. Revista Castellano-Manchega De Ciencias Sociales, (26), 121-133. https://doi.org/10.20932/barataria.v0i26.462
Sección
Artículos